Combattere gli squilibri intestinali con i fermenti lattici

Gonfiore addominale e irregolarità dell’intestino possono essere la spia di un problema facilmente risolvibile. Spesso la causa risiede nello squilibrio della flora intestinale e in questo caso è necessario assumere i fermenti lattici. Questi, insieme a un’alimentazione sana, aiutano a ripristinare l’equilibrio della flora batterica. Ma cosa sono esattamente i fermenti lattici e in che modo aiutano l’intestino a recuperare l’equilibrio?

L’intestino è popolato da circa cinquecento specie di batteri che formano la cosiddetta flora batterica. Fra questi troviamo batteri buoni e altri nocivi, detti patogeni. Quando i microrganismi buoni sono in numero superiore, l’intestino non presenta difficoltà o problemi. Questi si manifestano se i batteri nocivi prendono il sopravvento, moltiplicandosi e causando uno squilibrio della flora intestinale.

I motivi di questo squilibrio possono essere di origine alimentare, ma può essere determinato anche da altri fattori come, ad esempio, l’assunzione di farmaci tipo gli antibiotici. In ogni caso l’assunzione di fermenti lattici riporta a uno stato di equilibrio la flora intestinale. Il medico o il farmacista può indicare gli integratori utili a questo obiettivo, comunque troviamo i fermenti anche in alcuni alimenti.

È anche importante curare l’alimentazione. I fermenti lattici sono presenti in cibi come yogurt e probiotici. Cominciare la giornata mangiando questi alimenti aiuta a mantenere equilibrata la flora intestinale. Affinché i fermenti siano efficaci, è fondamentale che arrivino vivi all’intestino. Un esempio di fermento con questa caratteristica è L. Casei Danone contenuto in Actimel. Tra gli altri fermenti presenti di solito negli yogurt ci sono il Lactobacillus bulgaricus e lo Streptococcus thermophilus.

La presenza dei fermenti lattici nell’intestino aiuta la sua ricolonizzazione. Delle volte, la causa di un’infiammazione intestinale è l’intolleranza al lattosio. Sostituire il latte con lo yogurt è una valida alternativa per ovviare a questo problema.

Per il benessere dell’intestino è consigliabile stare attenti a quali cibi mangiare. Gli alimenti grassi lo portano in difficoltà per cui è bene limitarli. Nell’alimentazione quotidiana non devono mancare frutta e verdura perché sono cibi ricchi di fibra che agevolano nell’intestino l’eliminazione delle scorie. Tisane a base di finocchio o sedano sono ottime contro il gonfiore. Mangiare lentamente garantisce una migliore digestione.

Un altro consiglio è bere molta acqua, almeno 1 litro e mezzo al giorno e anche di più nella stagione calda. L’assunzione di liquidi aiuta a disintossicare portando giovamento all’intestino e a tutto il nostro organismo.

Comments

comments