Colesterolo alto: tutto quello che c’è da sapere

Il colesterolo è un composto organico di natura lipidica che appartiene alla classe degli steroli. Esso riveste un ruolo assai importante per la fisiologia umana: è, infatti, una preziosa risorsa energetica, è parte integrante della struttura dei tessuti nervosi ed è determinante nella produzione degli acidi biliari e nella sintesi degli ormoni steroidei e della vitamina D. Tuttavia una sua presenza in eccesso nel plasma (colesterolo alto o ipercolesterolemia), può determinare l’aterosclerosi, ovvero la formazione di placche sulle pareti arteriose; questa circostanza, a sua volta, rappresenta uno dei principali fattori di rischio delle patologie cardiovascolari (infarto, ictus, ecc.).

Come comportarsi, dunque, quando viene rilevato dalle analisi un valore che supera il range della normalità? A detta degli esperti una dieta equilibrata, una regolare attività fisica ed, eventualmente, una terapia farmacologica, sono i rimedi per tenere a bada il colesterolo ldl alto.

Come ridurre il colesterolo ldl alto

Una alimentazione povera di grassi saturi e un regolare esercizio fisico rappresentano la soluzione ideale per ridurre la concentrazione di colesterolo cattivo nel sangue. Approfondiamo nel dettaglio questi due aspetti.

La dieta contro il colesterolo ldl alto

In primo luogo è necessario ridurre drasticamente il consumo dei grassi di origine animale: uova, formaggio, burro, strutto, insaccati, ecc. Contestualmente è altrettanto importante sostituire ai cibi elaborati o raffinati quelli integrali: i primi, infatti, tendono ad alzare l’indice glicemico e, di conseguenza, il colesterolo cattivo, mentre i secondi, essendo ricchi di fibre, riducono l’assorbimento del colesterolo a livello intestinale.

Una regolare attività fisica

L’attività fisica aerobica, ovvero quella che richiede l’utilizzo di ossigeno per la contrazione muscolare, riduce fino al 50% le possibilità di contrarre patologie cardiovascolari. Al fine di ottenere vantaggi concreti è necessario effettuare ogni giorno una sessione di allenamento della durata di almeno 30 minuti: è possibile, ad esempio, fare una lunga camminata a passo svelto, usare la cyclette o il tapis roulant, oppure farsi una nuotata rilassante. Da alcune ricerche scientifiche è anche emerso che, per ottenere un risultato migliore è consigliabile abbinare all’attività aerobica alcuni esercizi di resistenza. Ciò che conta, naturalmente, è effettuare l’attività fisica con moderazione e dopo aver consultato il proprio medico di fiducia.

I fattori che influiscono sul colesterolo alto nel sangue

Va rilevato, infine, che, oltre a una cattiva alimentazione e alla sedentarietà, altri fattori possono influenzare il livello di colesterolo cattivo nel sangue. Si pensi, ad esempio, alle cause genetiche, all’invecchiamento e al genere sessuale di appartenenza. 

Comments

comments